Lule Design non è un negozio qualunque: è il negozio di abbigliamento per bambini più bello di Oderzo. Accarezzando le magliette morbide e gli abitini dalle cuciture perfette si ha l’impressione di fare un tuffo nell’armadio buono, quello dei vestiti della festa. E di uscirne ridendo, spensierati e allegri come durante una gita fuori porta la domenica.

Tutta l’energia del mondo

Ma Lule Design è soprattutto un laboratorio di sartoria: il minuscolo regno di stoffe e fili dove Giuseppina realizza le sue creazioni, curando asole, orli e dettagli.

La sua passione viene da lontano: le donne della sua famiglia, in Calabria, coltivano ancora la tradizione di cucire e ricamare il corredo delle spose e i corredini per i nuovi nati. La sorella di sua nonna, poi, era sarta di professione. A 14 anni Giuseppina chiede di essere mandata ad imparare il mestiere, ma nell’ambiente dove è cresciuta in pochi hanno la libertà di scegliere il proprio percorso: di solito si seguono i suggerimenti della famiglia.

Decide infatti di iscriversi a ragioneria, accantonando il suo progetto: una scuola solida è quello che ci vuole per trovare un’occupazione. Dopo qualche anno di viaggi e trasferimenti all’estero grazie ad un lavoro nel settore turistico, Giuseppina si lascia travolgere dall’avventura più bella della sua vita: la sua nuova famiglia, in Veneto. Diventa mamma, ma il tentativo di rientrare al lavoro dopo il parto si scontra con la crisi economica: è un periodo difficile.

Un giorno succede qualcosa: un episodio da dimenticare, un brutto colpo, di quelli da cui ci si rialza a stento. Giuseppina, invece, reagisce: “Ci sono persone che mettono così tanta energia nella cattiveria, calpestando la vita degli altri per ottenere ciò che vogliono” racconta “io invece mi sono detta che, se avessi concentrato tutta la mia energia positiva su un progetto a cui tenevo… beh, qualcosa di buono sarebbe pur venuto fuori!”.

Giuseppina inizia a tagliare e cucire a casa, utilizzando una piccola macchina da hobbista: i primi capi per i bambini delle amiche, il passaparola, i mercatini dell’artigianato. Il laboratorio apre qualche anno dopo, in una zona di Oderzo un po’defilata ma quasi fiabesca (“L’unica zona dove c’è ancora l’erba nelle aiuole di fianco ai marciapiedi”). Nasce Lule Design, il negozio di abbigliamento per bambini che non ti aspetti, a cominciare dal nome.

L’infanzia? È un posto bellissimo

Lule vuol dire fiore in lingua arbëreshë, la lingua parlata dalla minoranza italo – albanese presente nelle regioni del sud Italia: una comunità arrivata dall’Albania tra il quindicesimo e il diciottesimo secolo per stabilirsi in Calabria, in Sicilia e in altre zone. Anche i nonni di Giuseppina appartenevano alla comunità arbëreshë: da piccola, la bambina andava incontro al nonno che rincasava dai campi portandole un mazzo di papaveri.

Per Giuseppina l’infanzia non è un tempo passato, ma un posto dove tornare. Come tutti i luoghi che amiamo, conserva intatti i profumi, i suoni conosciuti, le sensazioni familiari sotto le nostre dita: ed è capace di ispirare. Da questa ispirazione nascono i capi di abbigliamento per bambini e neonati di Lule Design: puliti, senza fronzoli, che richiamano i colori e le forme della natura.

Giuseppina lavora sulle collezioni per il 2021: pochi pezzi, con palette di colori e disegni coordinati. Racconta del lavoro dello scorso anno, con la sfida impegnativa di creare una collezione per Pitti Bimbo. Più spesso, però, crea insieme ai propri clienti, su misura, assecondandone le richieste: un vero e proprio laboratorio dove si sviluppano idee nuove e nascono piccole meraviglie sartoriali.

Sono capi belli e resistenti, fatti per durare, in controtendenza rispetto ad una moda che chiede di cambiare sempre, velocemente: la sostenibilità passa anche da qui, ma non solo.

Abbigliamento per bambini a tutta prova

Lule Design, infatti, utilizza unicamente tessuti biologici naturali. L’80% delle stoffe che Giuseppina taglia, cuce e lavora sono certificate GOTS : ciò significa che l’intera filiera rispetta rigorosi standard etici e di sostenibilità. La coltivazione del cotone, ad esempio, non sfrutta il terreno in modo intensivo e gli stabilimenti produttivi non impiegano manodopera minorile o sottopagata. Ancora, i rifiuti vengono smaltiti correttamente e le sostanze utilizzate per lavorare i tessuti e fissare i colori non contengono insetticidi o formaldeide. Giuseppina è l’ultimo anello della catena: anche il laboratorio di Lule Design, ovviamente, è certificato GOTS.

Le stoffe sono a contatto con la pelle, dunque scegliere tessuti biologici è un modo per prendersi cura della pelle dei bambini. La stessa cura che i clienti trovano nei capi di abbigliamento di Lule Design: attenzione al dettaglio, passione e amore per il proprio lavoro. Una chicca su tutte? Giuseppina personalizza ogni confezione, una per una.

Una delle recensioni scritte sul profilo Facebook di Lule Design dice, parlando di Giuseppina: “È amore a prima vista […] Non dico altro, solamente di andarla a trovare perché il suo è un mondo incantato”. È l’incanto che nasce e cresce quando passione ed esperienza si mettono al servizio di un piccolo sogno concreto. Giuseppina lo coccola e lo cura, il suo sogno: con l’energia del sole e la stessa semplice armonia di un fiore di papavero.

Link utili:

Indirizzo: Via Garibaldi 85, 31046 – Oderzo (TV)

Sito web: https://www.luledesign.it/

Shop online: https://www.luledesign.it/shop

Facebook: https://www.facebook.com/LuleDesign/

Instagram: https://www.instagram.com/luledesign/

Lascia un commento