Pavilegno, lo dice il nome stesso: una storica azienda di San Donà di Piave che offre servizi di posa, manutenzione e restauro di pavimenti in legno. Come? Ascoltando le persone: la differenza è tutta qui, e non è poco.

Un’azienda di famiglia

Nel 1969 Fausto Tamai fonda una piccola impresa artigianale specializzata nella posa di pavimenti in legno: nel tempo lo affiancano anche i figli, Stiven e Andrea.

Stiven inizia a lavorare nell’azienda dopo la maturità: “All’inizio non mi ci trovavo” racconta “però era un lavoro dinamico, e questo sì, mi piaceva”. Dal padre impara a dare attenzione a ciascun cliente, dal committente importante alla Signora Maria: “E’ il rapporto con le persone a fare la differenza”.

L’azienda cresce e si sposta dal garage di casa alla sede attuale, nella zona industriale nord di San Donà di Piave: i due fratelli aggiungono al servizio di posa anche quello di manutenzione e restauro di pavimenti in legno.

Idee che fanno crescere

Nei mesi invernali l’attività diminuisce e Stiven e Andrea cercano una soluzione: servono clienti che abbiano bisogno di intervenire sui loro pavimenti proprio durante l’inverno. A poca distanza da San Donà c’è il litorale, dove i proprietari di hotel e alberghi si dedicano alla manutenzione delle loro strutture nel periodo di chiusura.

Detto, fatto: parte una newsletter dedicata a loro. La prima commessa, però, arriva d’estate: in piena stagione, a fine luglio, un campeggio di Jesolo chiede un piccolo intervento d’emergenza. Difficile trovare un’impresa disposta a realizzarlo così, al volo: i lavori sono programmati, le squadre impegnate… in più, è il fine settimana!

Pavilegno riceve la chiamata: non hanno mai lavorato per quel cliente, ma è l’opportunità per entrare nel mercato. “Sì, riusciamo ad organizzare una squadra: si può fare, domani siamo lì”. Cinque anni dopo, la struttura ricettiva è uno dei maggiori clienti dell’azienda e Pavilegno si è fatta conoscere nel settore, progettando e realizzando pavimenti in legno per hotel, campeggi e resort in Italia e nel mondo.

Vedere oltre, vedere meglio

Inizia il passaparola, l’azienda cresce. I clienti si rivolgono a Pavilegno perchè sanno di poter contare su professionisti che prestano attenzione a loro e alle loro esigenze: ai progetti, alle abitudini, ai desideri delle persone.

Una volta sono andato a Milano da un possibile cliente: il pavimento di casa sua, un edificio storico vicino al Castello Sforzesco, era rovinato. Le aziende che aveva contattato gli avevano suggerito di rivestirlo: un intervento rapido e meno costoso” racconta Stiven “Io ho chiesto solo: “Le piace questo pavimento?”. Quando il cliente mi ha risposto di sì, mi è stato chiaro che avrebbe preferito mantenere il rivestimento originario e gli ho proposto un lavoro di recupero: lui era affezionato al suo pavimento, ma le altre aziende non l’avevano capito”.

Pavilegno è speciale proprio per questo: l’impegno ad andare oltre, per capire quel che le persone desiderano. La capacità di vedere il progetto realizzato, dall’inizio alla fine, dando forma al sogno dei propri clienti: “Molto dipende dall’interlocutore: noi, però, ci mettiamo a disposizione“.

Una scelta sostenibile

I due fratelli vogliono imparare e migliorare, investendo nella loro formazione e in quella dei loro collaboratori: marketing, comunicazione, organizzazione d’impresa. Studiando le vernici e i collanti chimici che vengono utilizzati nel loro lavoro, Stiven si chiede se può proporre una soluzione diversa, più rispettosa dell’ambiente.

Scopre così i pavimenti in legno oliato, che permettono al legno di traspirare, rilasciando sostanze balsamiche che agiscono come broncodilatatori. “In pratica, ci fanno respirare meglio,” spiega Stiven “ai polmoni arriva più ossigeno“. Il miglior esempio? Il legno di Cirmolo, prezioso e profumato.

“Oggi la maggior parte dei pavimenti che vendiamo sono pavimenti in legno oliato”, racconta ancora Stiven. Fedele alla propria scelta di sostenibilità, Pavilegno utilizza prodotti il più possibile biocompatibili anche per la posa e la manutenzione dei pavimenti.

Ancora una volta studio e ricerca fanno la differenza. Guardarsi attorno e approfondire per sviluppare idee nuove: Pavilegno è così, e non solo quando si parla di pavimenti…

Fare festa per incontrarsi

A San Donà di Piave a fine settembre c’è un appuntamento importante, talmente atteso che divide l’anno in un “prima” e un “dopo”: le Fiere del Rosario, quattro giorni di fiera campionaria, festa e incontri che animano l’intera cittadina, richiamando gente da tutta la provincia e oltre.

Chi non è di San Donà fatica a immaginare il fermento che si respira. A Stiven piacciono le feste, sono un modo per stare insieme ed incontrarsi. Così, ha un’idea: ispirato dal “Fuori Salone”, l’evento milanese che affianca il Salone del Mobile, inventa il “Fuori Fiera”.

Nasce l’evento promosso da Pavilegno che ogni anno anticipa l’inizio delle fiere di San Donà. Organizzato il giovedì, prima dell’inizio del weekend di festa, è un’occasione per approfondire temi legati al territorio locale. Ambiente, tradizioni, enogastronomia: le persone si incontrano in un clima conviviale e rilassato. Non si parla di affari e lavoro ma ci si conosce e si creano contatti: poi, da cosa nasce cosa.

Incontri al fuori fiera

Attenzione alle persone, competenza e rispetto per l’ambiente, ma soprattutto la capacità di vedere oltre e proporre soluzioni. Benvenuti nel mondo di Pavilegno, dove le idee fanno la differenza.

Link utili:

Indirizzo: Via Revine 15/A, 30027 San Donà di Piave

Sito web: https://www.pavilegno.com/

Facebook: https://www.facebook.com/pavilegno/

Instagram: https://www.instagram.com/pavilegno_srl/

Lascia un commento