Egò: incisioni su vetro e metallo
Una bellissima immagine di Giulia (Credit: Egò)

Egò è il negozio di Giulia a Cogne, in Val d’Aosta: un piccolo laboratorio da dove escono oggetti semplicissimi eppure preziosi. Sì, perché ogni tazza, bicchiere, gioiello, borraccia è decorato dalle incisioni su vetro e metallo di questa ragazza gentile ma forte, che sa dove vuole andare e lavora duro per arrivarci.

Che cos’è Egò

Bambi e la sua mamma: è un disegno il primo colpo di fulmine di Giulia. Da bambina, la mamma disegna per lei il cerbiatto della Disney, e lei si innamora.

Foglio dopo foglio, matita dopo matita, Giulia si allena a riprodurre le copertine di Topolino. Poi, arriva la passione per la manualità: decorazione, scrapbooking, stencil. All’università sceglie architettura, e il finale sembra già scritto.

Invece no: “Non era quello che volevo fare”, racconta lei. Si allontana dagli studi universitari e poco dopo un’amica le chiede di realizzare le bomboniere per il suo matrimonio. Giulia ha da poco acquistato un piccolo trapano da incisore e decide di usarlo per decorare le bomboniere: è l’inizio di un sogno, di un’avventura e di un progetto.

Un sogno, perché Giulia lavora nel mondo che ama: è questa la spinta che la convince ad avviare il suo negozio – laboratorio di incisioni su vetro a Cogne, sostenuta dalla famiglia. Un’avventura, perché questa ragazza è molto giovane: quando apre Egò, 5 anni fa, non ha ancora trent’anni. Un progetto, infine, perché nel tempo Giulia si organizza, definisce i suoi obiettivi e cresce. Tanto.

La vetrina dà sulla strada, ma anche una parte del laboratorio è a vista: e se il negozio è una piccola bomboniera accogliente, tra legno, colori e tanta luce, il laboratorio è il regno dell’immaginazione e della manualità.

Egò: il laboratorio
Il laboratorio (Credit: Egò)

Una seconda casa, per Giulia, specie quando le capita di fare le ore piccole per finire una lavoro: qui si respirano la creatività, l’evoluzione, il divenire degli oggetti trasformati dalle incisioni su vetro e metallo. “Questo posto racconta tanto di me” spiega lei: che si muove con leggerezza e sicurezza tra tavoli da lavoro, strumenti, scatole e raccoglitori, C’è anche una parete blu, che Giulia riserva ai disegni e ai lavori dei colleghi che stima.

Qui nascono i prodotti di Egò: oggetti quotidiani resi unici dalle immagini incise con leggerezza e fantasia. Dietro, un talento naturale e la tecnica affinata dall’esperienza, ma anche l’amore, la ricerca della bellezza e, infine, l’ispirazione che nasce dai racconti delle persone e dai doni di una regione nascosta e bellissima.

I prodotti di Egò

Giulia inizia la sua attività incidendo il vetro: oggetti per la casa, piccole cose che si possono usare tutti i giorni. Come le bottiglie, le tazze a parete doppia o singola, le brocche per portare in tavola l’acqua o il vino. “Qualcuno usa i miei oggetti solo nei giorni di festa o nelle occasioni speciali: Natale, ricorrenze di famiglia, pranzi e cene con ospiti – racconta – Io invece vorrei che venissero utilizzati tutti i giorni”.

Egò: incisioni su vetro
Una brocca realizzata da Giulia (Credit: Egò)

Lo strumento con cui Giulia crea i suoi oggetti è un piccolo trapano a motore con una punta di diamante, che gira velocissima. Le incisioni su vetro nascono così, con una piccola punta rotante che scalfisce appena la superficie, diventando una penna che disegna e decora.

Giulia lavora con china e carta da lucido (“Un ricordo dell’Università”, scherza lei) per preparare i disegni che poi riprodurrà sugli oggetti. In negativo, come su una pellicola fotografica, tracciando linee e forme che fondono manualità, abilità e ispirazione.

Non solo vetro, ma anche metallo: nei ciondoli incisi e negli orecchini, ad esempio. A volte Giulia sente l’esigenza di lavorare a qualcosa di diverso: nascono così nuove linee di prodotti, anche insolite. I suoi disegni e le scritte incise parlano di natura, di fantasia, e raccontano la forza di chi crede nei propri sogni e non molla.

Egò: gioielli incisi
I gioielli di Egò (Credit: Egò)

Per questo, tra le incisioni che ricorrono più spesso, ci sono frasi che ispirano e incoraggiano: “Io ho potuto realizzare il mio sogno nel cassetto. Non è stato facile, ma ora ho la fortuna di svegliarmi felice ogni giorno: per questo voglio incoraggiare gli altri a crederci e a tenere duro”, racconta Giulia.

Alcuni tra gli oggetti più singolari (e richiesti) nascono ascoltando le esigenze dei clienti. I biberon decorati e incisi, ad esempio, sono nati dal desiderio di una persona che voleva fare un regalo originale ad un bimbo e alla sua famiglia.

Dietro le borracce personalizzate, invece, c’è una storia d’amore bella e semplice: “Un giorno è arrivata una ragazza che voleva regalare al suo fidanzato, appassionato di montagna, una borraccia incisa. Era il suo modo per accompagnarlo nelle escursioni, almeno con il pensiero”. Giulia sviluppa l’idea, poi decide di riproporla, scegliendo personalmente le borracce più adatte: ora le borracce incise sono una presenza fissa da Egò.

Del resto, moltissimi degli oggetti che Giulia crea sono realizzati proprio per andare incontro alle richieste dei clienti. Chi entra da Egò spesso lo fa per cercare un regalo unico o un oggetto personalizzato.

La magia gentile

Anniversari, compleanni, occasioni speciali: sono tanti i momenti da celebrare, e le creazioni di Giulia riescono a tradurre in immagini i pensieri e gli affetti. Tutto inizia da una chiacchierata: i clienti spiegano cosa cercano e chiedono consigli. Spesso parlano anche della persona che riceverà il regalo: raccontano storie di famiglia e di legami.

Giulia raccoglie emozioni, dettagli e ricordi come se dovesse intrecciarli alla punta di diamante del suo piccolo trapano. Progetta, disegna, incide: “Mi capita di emozionarmi mentre lavoro”, confessa. E non c’è da stupirsi, perché le creazioni di Egò nascono da un pensiero d’affetto, prendono forma grazie a un lavoro fatto di cura e attenzione e regalano a chi le riceve un’emozione che dura.

“È la mia “magia gentile” – spiega l’artigiana valdostana – “Mi piace pensare di poter dare qualcosa in più agli oggetti, creando un piccolo dono che faccia sorridere chi lo riceve ogni volta che lo usa”. Anche se il tempo passa, il ricordo resta. Pensateci: ognuno di noi ha un oggetto preferito, che sia un pelouche di quando eravamo bambini o un gioiello che indossiamo sempre. Stoffa, metallo, plastica, legno, vetro: la materia si carica di emozioni, abbracci, ricordi. Una magia quotidiana che Giulia conosce molto bene.

Da un anno a questa parte, le creazioni di Egò si possono acquistare anche online: di più, si può contattare Giulia sui canali social e studiare con lei qualsiasi richiesta di personalizzazione. “In questi ultimi mesi ho spedito in tutta Italia, arrivando fino in Sicilia”, racconta ridendo.

La maestria e la tecnica, la cura e l’amore che Giulia trasferisce nelle sue creazioni non passano inosservati. Se ne sono accorti anche gli organizzatori dei Mondiali Master di Sci di Fondo del 2020, che avrebbero dovuto svolgersi a Cogne a marzo dello scorso anno. Insieme ad altri tre artigiani locali, Giulia è stata scelta per creare le medaglie che avrebbero dovuto premiare gli atleti. A lei hanno affidato la medaglia d’argento: un’incisione su fondo a specchio, progettata in collaborazione con gli altri due colleghi. I caratteri puliti e lineari formano la parola “Cogne”: attorno, tanti piccoli cerchi che fanno pensare al cielo stellato.

Giulia lavora alla medaglia per i Mondiali di sci nordico (Credit: Egò)

Nata a Torino, a Cogne Giulia è cresciuta: uscita dalla Val d’Aosta per frequentare l’università, è tornata qualche anno dopo. “È stato come scoprire di nuovo la mia terra – racconta – “Dove ti giri ti giri, qui c’è bellezza: pace, leggerezza, benessere“.

Basta attraversare la strada, e in poco più di venti minuti sei immerso nella natura, ai piedi del Gran Paradiso: “Quando ho bisogno di staccare e recuperare le energie vado a fare una passeggiata”. Serve a svuotare le idee, liberare la mente e dare nuovo slancio alla creatività.

A Cogne Giulia ha trovato la propria dimensione: un lavoro che ama, gli affetti, la natura e le tantissime persone che si rivolgono a Egò. “Quello che faccio passa attraverso molti cuori”, dice: stavolta, le parole migliori per raccontarsi le ha trovate lei.

Link utili:

Indirizzo: Rue Mines de Cogne, 8 – 11012 Cogne

Facebook: https://www.facebook.com/egoartevaria/

Instagram: https://www.instagram.com/ego_artevaria/

Lascia un commento