Ricostruiamo! Fare rete
(Credit per il fotoritratto: Gianluca Martinengo)

Ricostruiamo! è un progetto nato in pieno lockdown, quasi un anno fa. Obiettivo: collaborare per riattivare le attività economiche, sociali, culturali e sportive, con il contributo di ciascuno. A promuovere l’iniziativa, Gianluca Martinengo, un professionista piemontese abituato a “fare rete” e convinto che uno più uno, se i termini della somma sono scelti bene, possa fare anche tre o quattro.

Come nasce Riscostruiamo!

Tempo di crisi, tempo di opportunità. Ogni situazione difficile, ogni momento storico complicato ha avuto il merito di attivare idee ed energie positive per trovare soluzioni e ricominciare.

È partito da questa considerazione Gianluca Martinengo, analista informatico ed esperto di comunicazione. All’inizio del 2020 il Covid ha interrotto la sua attività tra server e software, ma Gianluca non è abituato a fermarsi e ad aspettare gli eventi e dunque ha potenziato gli sforzi nel settore del digital marketing e delle public relations.

Così, inizia a ragionare su un’idea: creare un luogo d’incontro, almeno virtuale, in cui si possano avviare relazioni, condividere esperienze, stimolare riflessioni su temi di attualità e attivare collaborazioni e progetti. L’ispirazione arriva dalle interviste alle imprese di Marco Montemagno, ma Gianluca va oltre: non vuole solo un contenitore per dare visibilità ad aziende, esperti e professionisti, ma un gruppo dove “proporre iniziative da sviluppare in collaborazione e mettere a disposizione la propria professionalità ed esperienza per realizzare progetti utili”.

Un gruppo Facebook, per essere più precisi. Il lavoro nel settore della comunicazione, in particolare quella digitale, spinge Gianluca a sfruttare i social media per avviare il suo progetto: nasce così il gruppo Facebook Ricostruiamo!, uno spazio aperto a chiunque voglia contribuire ad uno scambio di idee costruttivo scambio di idee per dar vita a iniziative concrete e collaborazioni.

Quando parla di Ricostruiamo! Gianluca usa un’immagine molto incisiva: “Ho pensato al Rinascimento, un periodo di cambiamento e ricostruzione iniziato dopo la pestilenza del trecento che imperversò in tutta Europa”. Un’ispirazione ideale che accompagna l’intero progetto: confrontarsi per costruire iniziative nuove, con i mattoni della competenza e il collante della relazione.

Le attività di Ricostruiamo!

Le prime persone che Gianluca invita a partecipare a Ricostruiamo! sono professionisti, esperti e imprenditori della sua cerchia di contatti personali: amici dei tempi del liceo, persone conosciute sul lavoro, contatti della rete del Lions Clubs International. Per i Lions Gianluca si occupa di comunicazione e organizzazione di eventi in Piemonte e Val d’Aosta: un’attività che gli ha permesso, negli anni, di costruire solidi contatti e relazioni interpersonali.

Esistono due modi per creare e gestire una rete: fare numeri e fare bene. Gianluca parte con l’idea di creare valore e si concentra su tre filoni principali nel suo gruppo:

  • Interviste Facebook: Ricostruiamo! ospita imprenditori, specialisti e professionisti che raccontano la loro esperienza e portano il loro punto di vista su temi di attualità. Gianluca spesso organizza dirette “a più voci”, per dare un quadro completo dell’argomento e stimolare il dibattito tra gli aderenti al gruppo.
  • Networking: il gruppo nasce per fare rete. Attraverso Ricostruiamo! sono nate relazioni e collaborazioni che continuano al di là del confronto online.
  • Animazione: Gianluca propone argomenti, condivide contenuti per promuovere la discussione e dà spazio a chiunque voglia mettere a disposizione la sua esperienza.

Le interviste sono l’occasione per conoscere da vicino persone – a volte anche piuttosto note nel loro settore – che si confrontano su temi di comune interesse. Gianluca conduce la conversazione con garbo, mette a proprio agio gli interlocutori e ne valorizza la competenza. Attento a dosare gli spazi, segue un filo logico definito ma lascia ai suoi ospiti il compito di svilupparlo, anche attraverso le domande e gli interventi degli spettatori che seguono la diretta.

Un modo di proporre contenuti di spessore in maniera professionale e cordiale: conversazioni su argomenti che Gianluca sceglie con un occhio e un orecchio attento all’attualità e agli interessi del suo pubblico. Il mese scorso, ad esempio, Ricostruiamo! ha dato spazio ad un approfondimento su Clubhouse, il nuovo social network da poco apparso sulla scena che offre la possibilità di avviare conversazioni tra utenti in tempo reale attraverso l’interazione vocale. A parlarne, Antonella Bruzzone del blog Consapevolmente connessi, ingegnere informatico ed esperta di cybersecurity.

Progetto Ricostruiamo!
Foto di Free-Photos da Pixabay

I prossimi appuntamenti, invece, tratteranno il tema del viaggio e della cultura, dando spazio soprattutto agli operatori del turismo. Le interviste saranno l’occasione per fare il punto su un settore particolarmente colpito dalla crisi, ma soprattutto per raccontare le esperienze e le idee di chi propone soluzioni per ripartire. Operatori del turismo locale, enti museali, agenzie di viaggio e consulenti del tailor made travel si confronteranno per fare rete, mettere in comune idee e risorse e discutere di nuove iniziative.

Attraverso Ricostruiamo! sono già stati avviati i primi progetti: collaborazioni tra professionisti, scambio di contenuti per progetti online, nuove iniziative per approfondire e informare.

Un progetto che cresce

Ricostruiamo!, voce del verbo ricostruire, imperativo presente. L’idea fondamentale del progetto promosso da Gianluca è che ognuno può dare il proprio contributo, nel rispetto delle opinioni e delle esperienze di tutti e in modo positivo.

Nessuna polemica fine a se stessa all’interno del gruppo, niente critiche sterili. Non è un modo per ignorare o mettere a tacere posizioni scomode: è solo una maniera di concentrare le energie sugli elementi positivi che, messi insieme, possano dare vita a progetti nuovi. Ben vengano il dibattito e il confronto, dunque – Gianluca è attento alle idee di tutti e capacissimo di accogliere e moderare gli scambi di opinione – ma sempre con un intento costruttivo.

Ricostruiamo!, infatti, è uno dei tantissimi progetti di rete che sono stati avviati nel nostro paese per sviluppare iniziative economiche, sociali e culturali che propongano modi nuovi di affrontare sfide sempre presenti, che spesso hanno cambiato faccia dopo lo scoppio della pandemia.

  • Reti tra aziende e professionisti: secondo i dati del Rapporto dell’Osservatorio sulle Reti d’impresa (dicembre 2020) le aziende continuano a fare rete e ad apprezzarne i vantaggi anche in tempo di pandemia. Sono 757 le reti tra aziende nate in Italia lo scorso anno, e gli imprenditori che le hanno costituite registrano “una correlazione positiva tra l’appartenenza a una rete e la crescita e l’aumento di redditività“.
  • Reti territoriali tra imprese, enti pubblici e associazioni: a livello locale e nazionale si moltiplicano iniziative per rilanciare città e territori dopo il Covid – 19. Molte fanno leva su nuove soluzioni per il turismo, progettando prodotti integrati che coinvolgano comuni diversi (come accade tra Pistoia e Montecatini) o finanziando soluzioni per il turismo “Next normal”, come l’ultimo bando FactorYmpresa di Invitalia.
  • Reti di solidarietà quotidiana: dai professionisti che si prestano ad operare per piccoli guasti e riparazioni d’emergenza nelle zone rosse, come accadeva in alcune città emiliane, alla consegna di farmaci, mascherine e generi alimentari ad anziani e malati, nell’area di Monza.
Progetto Ricostruiamo! fare rete
Foto di Bob Dmyt da Pixabay

Esperienze, soluzioni concrete, buone pratiche: anche per Ricostruiamo! la parola d’ordine è esperienza. “Voglio dare spazio a chi racconta e condivide progetti che possano ispirare altri nello stesso settore o in ambiti diversi” – spiega Gianluca – “Spesso chiedere “Ma tu come hai fatto?” a qualcuno che ha già affrontato un problema è il primo passo per trovare una soluzione praticabile”.

Per il futuro, Gianluca vede la trasformazione della community social di Ricostruiamo! in una rete di relazioni e iniziative sul territorio, online e offline. A interviste e webinar in rete si affiancheranno momenti di formazione ed eventi dal vivo, che permettano alle persone di incontrarsi, parlarsi faccia a faccia e iniziare a lavorare insieme.

Il web aiuta, consente di raggiungere velocemente molte persone e accorcia le distanze, però non riesce a sostituire la relazione diretta. “Il networking si fa di persona, prendendo un caffè insieme seduti allo stesso tavolo”: Gianluca sorride, e la frase spiega molto bene il suo pensiero.

Certo, per ora la situazione non permette di organizzare iniziative ed eventi dal vivo: il periodo che stiamo attraversando, però, è un tempo utile per programmare e progettare, in pieno stile Ricostruiamo!. “Insieme si possono raggiungere risultati migliori: l’importante è mettersi in gioco, mettere a disposizione la propria esperienza e lasciarsi ispirare da quella degli altri” – spiega Gianluca – “Dal confronto tra energie ed esempi positivi nasce sempre qualcosa di buono: un solido punto di partenza per ricostruire”.

Link utili:

Facebook : https://www.facebook.com/groups/ricostruiamo

Linkedin: https://www.linkedin.com/in/gianluca-martinengo-22836a1a2/

Lascia un commento