Saponidea: sapone naturale artigianale
Credit: Saponidea

Saponidea è un’azienda in provincia di Udine che produce sapone naturale artigianale. Sostenibilità, sicurezza e qualità sono le parole d’ordine di questa piccola impresa friulana.

Che cos’è Saponidea

Saponidea nasce sei anni fa a Colloredo di Monte Albano, una piccolissima località al centro nell’anfiteatro morenico friulano. Diana la immagina a misura del suo modo di vivere, sorridente e sostenibile.

Da qualche anno prepara i saponi in casa, per andare incontro alle esigenze di una persona della sua famiglia con problemi di dermatite. Quando decide di avviare la sua impresa, però, si fa affiancare subito da Daniele, un chimico esperto: preparare il sapone per sé è un conto, ma un’azienda che produce sapone naturale per venderlo al pubblico deve garantire la massima sicurezza e il rispetto delle regole.

E le regole sono molte, individuate con precisione dalla normativa europea di settore. La formulazione, prima di tutto, definita secondo percentuali rigorose e controlli estremamente rigidi: le tabelle degli allergeni, la qualità degli ingredienti che arrivano da fornitori italiani selezionati, i test a garanzia della sicurezza del prodotto finale, i processi conformi alle norme ISO.

Saponidea: idee regalo
Credit: Saponidea

Se Daniele si occupa della parte tecnica, Diana decide la strategia d’impresa, studia i nuovi prodotti e cura le relazioni con clienti, fornitori e distributori, oltre a seguire la produzione. Un lavoro impegnativo, che lei affronta con il sorriso di una donna realizzata e felice. Merito anche della sua esperienza di mamma: “Poco dopo aver avviato Saponidea ho scoperto di aspettare il mio primo bimbo – racconta – è stato un anno duro, ma diventare mamma fa crescere, insegna ad affrontare le sfide in un altro modo. E a sviluppare l’empatia”.

I prodotti di Saponidea

Saponidea propone sapone a base di olio d’oliva extravergine, al naturale o profumato con oli essenziali. Fin dall’antichità l’olio d’oliva è l’ingrediente principale per produrre sapone: mantiene inalterate le sue proprietà e nutre la pelle senza aggredirla. “I clienti che scelgono il nostro sapone naturale ci dicono che sembra di usare una crema. Non c’è nessuna sensazione fastidiosa, niente pelle secca dopo la doccia”, spiega Diana.

Come nasce un nuovo prodotto Saponidea? La prove iniziali si fanno in famiglia, raccogliendo consensi e critiche: in qualche caso è amore al primo tentativo, in altri la ricerca è più lunga. Quando finalmente il prodotto rispecchia l’idea o l’intuizione di partenza, si comincia a studiare la formulazione definitiva, tabelle alla mano.

Saponidea: saponi fatti a mano
Credit: Saponidea

Una volta definita la formula, Saponidea sottopone i campioni a test e controlli.

  • Challenge test per valutare la loro sicurezza microbiologica: si tratta di test di laboratorio che riproducono l’attacco di microbi esterni. Un prodotto cosmetico è esposto ad attacchi analoghi in fase di produzione e stoccaggio, ma anche in fase si utilizzo. Il challenge test serve a garantire la sicurezza del consumatore.
  • Test dermatologici per valutare la tollerabilità cutanea del prodotto, testando l’effetto sulla pelle. I saponi naturali di Saponidea sono estremamente delicati e hanno ottenuto i migliori riscontri sui test dermatologici effettuati finora: un risultato di cui andare fieri.

Anche la scelta dei fornitori è importante per tutelare chi acquista il sapone naturale prodotto da Saponidea. Olio d’oliva, oli essenziali e materie prime provengono da fornitori italiani selezionati con cura, garantendo qualità e sicurezza.

Tutti i prodotti sono disponibili nell’e-shop dell’azienda e in negozi selezionati. Oltre alle saponette, l’azienda friulana propone sapone a scaglie, kit per produrre saponi in casa, accessori e… una piccola, insolita sorpresa. Per raccontarla, però, bisogna parlare dei valori di Saponidea, che l’impresa condivide con clienti e fornitori.

Valori condivisi

Saponidea mette in chiaro i suoi valori fin da subito, nero su bianco: sul sito dell’azienda Diana spiega l’impegno quotidiano a lavorare secondo principi etici, insieme ad altre realtà locali.

  • Cura artigianale: i saponi naturali artigianali di Saponidea sono prodotti a mano, pezzo per pezzo. Dietro ci sono competenza, creatività, notti passate a provare e organizzare. E la differenza si tocca, si annusa, sorprende.
  • Ingredienti scelti responsabilmente: gli ingredienti, oltre ad essere rigidamente selezionati, sono naturali, vegan e cruelty free. Basta leggere l’etichetta: moltissimi ingredienti hanno nomi latini, e questo significa che si tratta di sostanze naturali e non di sintesi. Saponidea, inoltre, è inserita nella lista dei produttori cruelty free di Vivo – Comitato per un consumo consapevole.
  • Rispetto per l’ambiente: essere green significa anche scegliere un packaging sostenibile e collaborare con le realtà locali per dare lavoro al territorio. È un’ idea di sostenibilità più ampia: sostenibilità ambientale, economica e sociale.
Saponidea: portasapone
Credit: Saponidea

Dalla collaborazione con i fornitori e con altre imprese nascono idee e progetti innovativi. I saponi di Saponidea, ad esempio, sono confezionati con la carta Shiro Alga riciclata di Favini, una carta ricavata da alghe in eccesso provenienti da ambienti lagunari a rischio. La stampa delle etichette, invece, coinvolge La Legotecnica di Pasian di Prato, una cooperativa sociale che dà lavoro a persone svantaggiate. Ragnatela, un’altra cooperativa sociale del posto, realizza invece i portasaponi, i dischetti struccanti in cotone biologico la carta utilizzata per le confezioni regalo di Saponidea. “Sono progetti nati lavorando gomito a gomito e scambiando idee e punti di vista: ecco perché i set con portasapone e saponetta li abbiamo chiamati “Insieme”.

E poi, c’è la luffa, o loofah. Che cos’è? Diana sorride: “La luffa è una spugna vegetale completamente biodegradabile – spiega – “Si può usare per il bagno, ma anche per lavare i piatti. Quando si rovina, poi, va semplicemente buttata nell’umido. Non è abrasiva, e utilizzandola si contribuisce a ridurre l’uso della plastica”.

Saponidea: luffa
Credit: Saponidea

La luffa proposta da Saponidea viene dall’Azienda Agricola Zagara, alle porte di Udine, che Diana ha anche messo in contatto con Tamara di Orti a Pedali. A Diana piace creare relazioni e confrontarsi con persone e imprese che condividono i suoi stessi valori: “Quello che si riesce a fare da soli è limitato – racconta – “Ragionando e lavorando insieme, invece, si può fare molto. Per noi stessi e per l’ambiente”.

Link utili:

Indirizzo: Piazza del Tiglio 16, Colloredo di Monte Albano – 33010 (UD)

Sito web: https://www.saponidea.it/

Facebook: https://www.facebook.com/

Instagram: https://www.instagram.com/saponidea/

Lascia un commento